Impronte – Storie a pedali

La rivista dei cicloviaggiatori

Nacque in viaggio, in quello spaventoso 2020. Mentre si pedalava, si sviluppò un’idea, sempre più concreta, di metter su carta i pensieri, le riflessioni e i ricordi di viaggio. Non solo nostre, ma anche di altri pedalatori, ognuno con la propria storia e le proprie immagini.

Per ispirare nuovi viaggi, nuove mete, nuove avventure, nuove storie a pedali. Impronte è un ambizioso progetto editoriale, un semestrale cartaceo che raccoglie ogni volta 10 nuove storie a pedali di 10 viaggiatori che scelgono di condividerle col mondo. Un prodotto da collezione, per tutti gli appassionati di viaggio e nello specifico di viaggi in bicicletta.

Con l’uscita del numero 3 di Impronte – Storie a Pedali a dicembre 2022 la redazione e l’editore del progetto stanno affrontando alcuni cambiamenti e importanti sfide. Stiamo lavorando per sviluppare al meglio questo prodotto.

Per non perdere nessun aggiornamento, gli sviluppi, per restare aggiornato/a sul progetto e poter toccare con mano il nuovo volto di Impronte – Storie a pedali, iscriviti alla Newsletter inserendo la tua mail nel box sotto.

Oltre al nostro shop online, per domande, comunicazioni o per acquistare arretrati o abbonamenti a Impronte – Storie a pedali 3, visita lo shop o scrivici a info@improntemag.com.

Impronte - Storie a pedali 0 | Interno, Renato Frignani

Domande frequenti

Cosa è Impronte - Storie a pedali?

Impronte – Storie a pedali è il magazine dei cicloviaggiatori, il semestrale cartaceo che raccoglie racconti di viaggio sottoforma di testi e immagini per ispirare nuove avventure.

Come posso abbonarmi o acquistare una copia?

Visita il nostro shop per abbonarti ai due numeri di Impronte del 2023, in uscita a giugno e dicembre.

Sempre dallo shop, puoi anche acquistare gli arretrati (numero 0, numero 1, numero 2, numero 3) o i fantastici Bundle per risparmiare un po’. Per domande, dubbi, curiosità, richieste particolari, puoi contattarci direttamente scrivendoci a info@improntemag.com.

Quanto costa Impronte - Storie a pedali

Un numero di Impronte costa 36€ comprensivo di IVA e spese di spedizione presso il tuo domicilio. Con abbonamenti e bundle risparmi sia sui numeri singoli che sulle spese di spedizione. Li trovi al nostro shop.

Sono un* viaggiatore/viaggiatrice. Posso raccontare la mia storia su Impronte?

La redazione di Impronte – Storie a pedali è sempre alla ricerca di viaggiatori e viaggiatrici che oltre ad aver viaggiato in bici, abbiano il desiderio di condividere la propria storia attraverso questo prodotto di qualità. Per presentarti e inviare tuoi testi e foto inediti scrivici a info@improntemag.com.

quotes

«Ci avete tolto anche questo: avete tolto anche la mountain bike agli uomini.» Spiaggia di Rimigliano, Toscana, tardo pomeriggio. Stiamo sciogliendo nell’acqua salata il caldo, la fatica e l’emozione di questo primo giorno di viaggio in bici. Siamo in quattordici, tutte donne, provenienti da diverse parti d’Italia con biciclette ed età diverse. Per molte è il primo viaggio in bici in autonomia.

Agnese Gentilini

Man mano che viaggiamo verso nord incontriamo molte altre persone che ci raccontano come la bicicletta abbia cambiato in meglio la loro vita: Paulina e Victoria a Walvis Bay, Mister Elephant a Swakopmund, Hilya e la sua famiglia a Uutapi. Incontriamo sempre più villaggi, perché è qui che vive la maggior parte delle persone, mentre nel centro/sud della Namibia ci sono per lo più fattorie di bianchi discendenti dai coloni. Attraversiamo quelli delle etnie Herero, Damara e Himba, le donne ci guardano incuriosite, i bambini ci corrono incontro urlando.

Cicliste per caso

Scivolai giù da quelle colline, dopo aver conosciuto l’ospitalità genuina e sincera della gente del luogo, non abituata - soprattutto nel periodo invernale - a incontrare un viaggiatore in bici. Un bicchiere d’acqua o un sorriso rappresentavano la ricarica di quella batteria emozionale che cercavo di tenere accesa. A pochi chilometri dalla Murgia pugliese, al confine con la Basilicata non lontano da Melfi, quando le gambe iniziavano a sentir la stanchezza, su un cartellone stradale arrugginito dal tempo e sbattuto dal vento, posava maestoso un falco che sembrava non temermi.

Giovanni Galati

Autori del Numero 3/2022

Fabio
Agnese
Claudio
Domenico
Silvia & Linda
Guido & Anna
Veronica
Simone & Family
Ilaria & Fabbiano
Giovanni

Scrivi alla Redazione

Consenso alla privacy

Newsletter